Il consumo dei media, per età e titolo di studio

Il Censis ha ieri rilasciato il 9° Rapporto sulla comunicazione, che descrive le tendenze in atto sul rapporto tra gli italiani ed i mezzi di informazione.

Il consumo di media in Italia

Il consumo di media in Italia

Tra le principali evidenze che si segnalano è il significativo salto generazionale: per i giovani (fino a 29 anni), l’importanza della televisione come fonte informativa è pressoché equiparata a quella dei motori di ricerca e a Facebook, mentre per le altre classi di età (30-64 e 65-80) è ancora fortissima (per oltre l’80%).

Per quanto riguarda i titoli di studio, invece, i più istruiti preferiscono informarsi sui Motori di ricerca, sui quotidiani online e sui siti di informazione. Se, per tutti i media, coloro che hanno un diploma o una laurea consumano di più, la differenza tra chi non ha un titolo di studio superiore e chi non lo possiede è meno marcata per i servizi informativi via sms e i tradizionali giornali radio e telegiornali.

Documenti

Scritto da:
Andrea Gianotti
Categorie:
TAG:
Scrivi un commento

Scrivi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>