Voti e criteri delle agenzie di rating [INFOGRAFICA]

L’effetto “contagio” della crisi greca ha travolto ieri il Portogallo, declassato da Moody’s di quattro gradini dalla “Baa1″ (equivalente alla BBB+) alla “Ba2″ (BB) e sprofondato alle 20 di ieri sera nella categoria dei rating speculativi, meglio noti come junk o spazzatura.

Quali sono e come funzionano i voti delle agenzie di rating Standard&Poor’s, Moody’s e FitchRatings su Portogallo, Irlanda, Grecia e Spagna? Ecco un’infografica che ve lo spiega.

Infografica - voti e criteri delle agenzie

Voti e criteri delle agenzie di rating

Articolo originale: Portogallo «junk» come la Grecia
Grafica da Il Sole 24 ORE, Mercoledì 6 Luglio 2011, pagina 14

Documenti

 
Commenti (2) Trackback Permalink | 6.07.2011
Scritto da:
Dario Pagnoni
Categorie:
TAG:
| | |

2 risposte a Voti e criteri delle agenzie di rating [INFOGRAFICA]

 
Commenti
 
  1. Roberto scrive:

    E l’Italia come è messa veramente? Sono sicuro che i dati che vengono pubblicati non sono veritieri e non sono in grado di dare neanche piena dimostrazione del DEBITO FUORI BILANCIO, ovviamente, del nostro Stato

  2. paola cristiani scrive:

    sentivo l’altro giorno a radio24 in tarda giornata alcuni commenti sul lavoro svolto dalle agenzie di rating. gli intervenuti addetti ai lavori, di cui non ricordo il nome, avevano posizioni molto contrastanti.
    il ‘francese’ contestava in toto l’azione svolta dalle agenzie di rating in genere e in particolare quelle che hanno fatto dei media una delle loro armi vincenti.
    il senso dell’intervento era: spazziamole via perché la loro azione non ha benefici né per i piccoli risparmiatori né per gli altri. oppure metteiamoli sotto rigido controllo (ossia controlliamo i controllori! posizione tipicamente francese ;-)
    l’interlocutore italiano aveva una visione più articolata ma molto interessante.
    ha dato un quadro dei proprietari delle principali agenzie delle quali non si sa abbastanza almeno persone comuni come me.
    e ha spiegato come possono effettivamente sorgere condizionamenti molto forti a causa delle complicate relazioni e della ‘posizione’ delle agenzie di rating …
    sarebbe interessante diffondere maggiori informazioni per tutti al riguardo.
    buona giornata

Scrivi un commento

Scrivi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>