A prova di crisi: investire in vino e vigneti

C’è chi investe nel mattone, chi in BoT o in conti deposito. Le soluzioni per mettere al sicuro i propri risparmi, specialmente in tempo di crisi, sono molteplici. Ma avete mai pensato alla possibilità di investire in vino?

Grafica - "Il valore dei vigneti"

Non sto parlando dell’acquisto di bottiglie pregiate o di una cantina composta da etichette ricercate – si veda, a tal proposito, questo articolo oppure si ascolti la puntata di Salvadanaio Investire in vino. Mi riferisco, piuttosto, al valore fondiario dei vigneti che risulta essere in continuo aumento.

Come emerge dai dati rilasciati dall’Istituto Nazionale di Economia e Agraria, la situazione è ben diversa a seconda della Regione considerata. In quali Regioni conviene possedere vigneti? Qual è stato l’incremento dei valori fondiari nel tempo?

Il grafico interattivo propone tre visualizzazioni dei dati del’Inea. Nella prima, sulla mappa dell’italia sono rappresentati i valori fondiari dei vigneti di ciascuna Regione, anno per anno. La dimensione dei cerchi è proporzionale alla superficie agricola utile  mentre il colore diventa più scuro all’aumentare del valore (espresso in migliaia di euro per ettaro).

La seconda scheda permette di visualizzare l’andamento dei valori fondiari Regione per Regione dal 2000 al 2009. Andando ad agire sul filtro nella barra laterale destra è possibile selezionare quali Regioni porre a confronto. Infine, nell’ultima scheda è riportata la classifica delle Regioni per superficie agricola utile (SAU), filtrata per anno.

Ecco la mia elaborazione dei dati utilizzata per poterli rappresentare in Tableau: Dati – Valori fondiari dei vigneti (fonte Inea)
Anche per oggi, buon Open Data!

Documenti

 
Commento (1) Trackback Permalink | 22.08.2011
Scritto da:
Dario Pagnoni
Categorie:

Una risposta a A prova di crisi: investire in vino e vigneti

 
Commenti
 
  1. vincenzo scrive:

    non sono riuscito a vedere la puntata :investire in vino . posso ricevere un e mail con il video? grazie 1000

Scrivi un commento

Scrivi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>