Dal culatello alla bufala: le specialità Dop e Igp in Italia

Iniziamo a pubblicare il primo di una serie di post dedicati alle eccellenze italiane nel settore agroalimentare, visto che l’Istat ha recentemente diffuso i dati, con un confronto italiano e europeo, relativi alle specialità che godono del marchio Dop e Igp.

Le specialità Dop e Igp in Italia

Le specialità Dop e Igp in Italia

In questa prima infografica ho rappresentato l’incidenza di questi prodotti sull’economia nazionale, misurata in termini del numero di imprese totali e, tra queste, quante sono aziende agricole e quante invece imprese di trasformazione (alcune, ovviamente, svolgono entrambi i ruoli).

Solo pochi prodotti non hanno associati alcuna impresa (ad esempio la Pesca di Leonforte); la maggior parte di essi hanno associato un numero basso di imprese mentre un numero più limitato hanno numeri di imprese decisamente importanti: il record spetta al Pecorino Romano Dop, che con 11309 imprese supera di pochissimo l’Olio extravergine Toscano Igp che si ferma a quota 11180. Il terzo posto, più lontano, spetta alla Mela dell’Alto Adige Igp con 7356 aziende.

L’elenco completo è, fortunatamente, lunghissimo. Si va dai notissimi Culatello di Zibello fino alla Mozzarella di Bufala Campana. Ma comprende anche con specialità meno note, quale il Peperone di Pontecorvo o il formaggio Murazzano. Ed anche curiosità: ad esempio, chi sapeva che tra le specialità esiste anche un frutto non proprio “originario” della penisola, quale … il Kiwi di Latina?

Apri a piena pagina.

Elenco specialità Dop-Igp in Italia

Documenti

 
Commento (1) Trackback Permalink | 13.09.2011
Scritto da:
Andrea Gianotti
Categorie:
TAG:
|

Una risposta a Dal culatello alla bufala: le specialità Dop e Igp in Italia

 
Commenti
 
  1. Francesca scrive:

    Sono interessata all’allegato in xls, ma sembra essere non leggibile: è possibile scaricarlo in qualche altro modo? Grazie, un saluto. Francesca

Scrivi un commento

Scrivi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>