Dove sono gli studenti universitari eccellenti?

Visto il successo dei due post precedenti dedicati all’università (Classifica delle università con più studenti fuori corso e Le migliori università italiane), vi propongo un terzo post dedicato questa volta agli studenti eccellenti: quanti sono e dove sono coloro che si laureano con la lode?

Laureati con lode: un confronto tra Università e Regioni

Laureati con lode: un confronto tra Università e Regioni

Per i dati mi sono basato sull’Anagrafe nazionale studenti del Miur, facendo interrogazioni per dare una vista completa del fenomeno.

La situazione indagata è stata questa: quanti studenti si sono immatricolati nell’anno accademico 2007/2008? Quanto laureati con lode alla triennale vi sono stati nell’anno accademico 2009/2010? Da dove provengono questi studenti (regione di residenza dei cittadini italiani)? Quanto sono “generose” o viceversa “severe” le singole università?

E alla fine, in quale Regione risiedono gli studenti migliori?

Innanzitutto due premesse: i dati del Piemonte possono essere falsati poiché nell’importante Politecnico di Torino non sono censiti laureati con lode nella banca dati (non so se sia effettivamente così o un errore nella banca dati); in secondo luogo i dati delle università telematiche, non attribuibili territorialmente e non particolarmente significativi presi singolarmente, fanno discostare di poco le considerazioni sulle singole Regioni.

Con i dati raccolti ho quindi creato delle infografiche che illustrano la situazione.

Nella prima vi è una classifica delle università ordinate per numero di “lodi” sul totale. Gli istituti rappresentati sono soltanto quelli grandi, ossia coloro che hanno avuto almeno 750 immatricolati nell’anno di riferimento (i dati, invece, sono completi). Ebbene, la percentuale di laureati con lode varia dal 21.44% dell’Università di Foggia fino al 3.64% del Politecnico di Milano. Percentuali alte anche per l’Università cattolica e per quella di Macerata, mentre fanno compagnia al “Poli” del capoluogo lombardo anche la “Kore” di Enna e il Politecnico di Bari.

Le altre tre infografiche fanno invece riferimento ai confronti regionali.

Considerando innanzitutto la sede universitaria non si notano grandi differenze regionali: la Calabria, di cui è disponibile la serie completa, ha gli istituti più “severi”, mentre dall’altro capo vi sono la Puglia e la piccola valle d’Aosta; la situazione tuttavia non mostra un chiaro trend geografico.

Proseguendo con il confronto tra il numero dei laureati con lode rispetto alla popolazione, vi è una netta prevalenza complessiva delle regioni meridionali, in particolare Molise, Puglia e Basilicata.

Se però si raffronta il dato (ultimo foglio) con quello degli immatricolati (sempre considerando la regione di residenza), i risultati migliori si hanno nel centro Italia, tra Toscana, Umbria e Marche.

Dati sui laureati con lode nelle regioni italiane

 
Commenti (5) Trackback Permalink | 20.09.2011
Scritto da:
Andrea Gianotti
Categorie:

5 risposte a Dove sono gli studenti universitari eccellenti?

 
Commenti
 
  1. AndroiDario scrive:

    Mi piace la definizione di Istituti “più” o “meno severi”, mentre è difficile considerare attendibile quella di studenti eccellenti. Infatti, a meno che per eccellenza si intenda “capacità di laurearsi con lode”, sono convinto che il voto di laurea cum laude o meno non sia correlato con la reale eccellenza dello studente, purtroppo ;-)

    Complimenti, bello anche questo post!

  2. Andrea Gianotti scrive:

    Pensa a studiare per prendere la lode, non mettere le mani avanti :P

  3. Laura scrive:

    Probabilmente nelle diverse università il metro di valutazione degli studenti non è uguale, ma tra i laureati con la lode ci sono persone che si sono impegnate, hanno acquisito abilità e conoscenza ad alto livello, con determinazione e passione hanno raggiunto i loro risultati. Ci sono studenti di eccellenza… In ogni parte d’Italia c’è chi ogni giorno cerca di migliorare sè stesso e questo credo sia un grande segno di speranza in un momento cupo come questo…

    • Andrea Gianotti scrive:

      Sì Laura è proprio vero. C’è un giacimento di enorme potenziale nelle nostre università. Più che una speranza, sarà il futuro.

  4. zio_fellas scrive:

    mi sono laureato in cattolica con 99. trovo queste classifiche assolutamente irriguardose ed offensive. La cattolcia è tostissima e mette in difficoltà cercando di far andare fuori corso in tutti i modi. Io sono riuscito a laurearmi nei tempi, ma sacrificando un bel po’ la media. La presenza di molte lodi è dovuta al fatto che la cattolica dà qualche punto “bonus” a chi si riesce a laureare nei tempi, dunque in questo modo coloro che hanno una media alta (ed si tratta SEMPRE di una media meritata) accedono facilmente alla Lode. trovo queste classifiche totalmente false e fuorvianti, utili a stabilire la qualità dell’insegnamento come può essere utile l’analisi tecnica per determinare su quali titoli investire in borsa (ovvero, completamente inutile).

Scrivi un commento

Scrivi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>