Il lavoro irregolare in Italia non cresce e non cala, eppure…

I dati Istat sull’andamento del lavoro irregolare mostrano una tendenza ad un lieve aumento di questo nell’ultimo periodo in diversi settori dell’economia, trend confermato anche dai dati 2010.

Il lavoro irregolare in Italia

Il lavoro irregolare in Italia

Complessivamente considerato, il lavoro nero è stabile da qualche anno attorno al 10,3% delle posizioni complessive, tre punti percentuali in meno rispetto al rilevamento del 1991: e tuttavia la diminuzione costante nei servizi è compensata da un aumento nell’industria e nell’agricoltura.

Nell’infografica preparata vi sono alcune viste per status (dipendente / indipendente e regolare / irregolare) e per settore: la prima mostra solo i settori in cui il lavoro irregolare è in crescita negli ultimi 10 anni; con le altre invece, in un periodo di tempo doppio, è possibile “giocare” sui filtri per mostrare i dati di proprio interesse.

Dati sul lavoro irregolare in Italia

Documenti

Scritto da:
Andrea Gianotti
Categorie:
Scrivi un commento

Scrivi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>