Le difficoltà del terzo settore

«Siamo come gli equilibristi, camminiamo tutti i giorni sul filo. La spinta che ci hanno dato è piccola, ma rischia di farci cadere». Ricorre alla metafora circense Roberto Bellesi, responsabile dei progetti della cooperativa sociale Arcobaleno di Breno (Brescia), per spiegare gli effetti della tassazione sugli utili destinati a riserva, introdotta dalla manovra anche per questa tipologia di imprese. L’aggravio di imposta è del 3%, a fronte dell’esenzione totale fin qui goduta. Una misura modesta, dunque, ma destinata a infrangere un principio stabilito da una legge speciale e giustificato con il fatto che le cooperative sociali reinvestono gli utili in reti, beni e servizi per la collettività: dagli asili nido all’assistenza ai minori, dai disabili agli anziani, fino alle persone affette da patologie psichiatriche.

La recente manovra finanziaria ha stabilito un piccolo aggravio d’imposta alle cooperative sociali, che tuttavia peserà sui bilanci delle imprese del terzo settore, in un periodo in cui l’andamento del ciclo economico e il peggioramento della situazione congiunturale porta i soggetti che operano nel welfare a vedere un futuro a tinte fosche.

L’infografica proposta sul Sole 24 ORE di Lunedì 19 settembre mostra la distribuzione delle cooperative sociali in Italia: ben 153.095 soggetti, di cui 81.116 attive; questa fa il paio con quella proposta la settimana precedente (12 settembre), sulla prospettiva del comparto e la radiografia delle imprese sociali.

La mappa delle cooperative sociali in Italia

La mappa delle cooperative sociali in Italia

Da Il Sole 24 ORE del 19 settembre
Coop sociali a crescita zero

Le prospettive economiche delle imprese sociali e del terzo settore

Le prospettive economiche delle imprese sociali e del terzo settore

Da Il Sole 24 ORE del 12 settembre
L’impresa sociale perde slancio

Scritto da:
Andrea Gianotti
Categorie:
Scrivi un commento

Scrivi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>