Una scuola multietnica

La scuola italiana vede una presenza complessiva del 7.5% di studenti stranieri. E’ quanto emerge dalla ricerca della Fondazione Leone Moressa, che mette a disposizione una serie di dati interessanti per valutare la presenza delle ragazze e dei ragazzi non italiani nelle aule scolastiche della Penisola.

La presenza di studenti stranieri nella scuola italiana

La presenza di studenti stranieri nella scuola italiana

Dalla consultazione visuale emerge una netta separazione tra i valori registrati al nord e quelli al sud, almeno considerando la percentuale in relazione con gli studenti italiani; e inoltre, selezionando le diverse fasce di età scolari (infanzia, primaria, secondaria di primo e secondo grado) si scopre come, almeno nel nord del Paese, i dati si stiano allineando per coloro che iniziano la scuola d’infanzia.

Mentre sono Milano e Roma le provincie che ha il più alto numero di stranieri nelle scuole intesi come valore assoluto, quelle che registrano i valori percentuali maggiori in relazione alla popolazione sono, per le rispettive fasce scolari, Mantova (Infanzia), Prato (Primaria e Secondaria di primo grado) e Rimini (Secondaria di secondo grado)

Gli stranieri nella scuola italiana

Scritto da:
Andrea Gianotti
Categorie:
Scrivi un commento

Scrivi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>