Le regioni “amiche” dei giovani sono di taglia small

Il centro studi Datagiovani ha elaborato per Il Sole 24 Ore l’indicatore “Youth friendly” che misura il potenziale di attrattività del territorio per gli under 30. Ne emerge un quadro inedito del nostro paese che mostra le regioni più piccole in vantaggio su quelle più grandi: Marche, Valle d’Aosta, Umbria sul podio. Ultimi posti per Sicilia, Sardegna e Campania.

Indice Youth Friendly

Misura del potenziale di attrattività delle regioni italiane per gli under 30 in base a cinque asset, a cui corrispondono specifici indicatori:

Mercato del lavoro: tassi di disoccupazione, occupazione, inattività giovanile, previsioni di assunzioni di giovani, Neet.
Imprenditoria: % imprenditori giovani sulla popolazione giovane, % imprenditori giovani sul totale, tasso di sopravvivenza a 5 anni.
Istruzione: dispersione scolastica, laureati tra 30 e 34 anni, tasso di partecipazione all’istruzione dei 15-29enni.
Demografia: indice di vecchiaia, età media al primo matrimonio, giovani morti in incidenti stradali, incidenza giovani sulla popolazione, reddito medio e peso dei contribuenti giovani sul totale, giovani amministratori pubblici.
Effetto crisi: variazione degli indicatori nel 2008-2010. L’indicatore finale è la media pesata in base al contesto di appartenenza delle variabili.

Nota metodologica:

Per ogni indicatore di ciascun asset è stato attribuito un punteggio pari a 0 alla regione con il valore peggiore e pari a 1 alla regione con quello migliore. Poi è stata costruita una funzione di utilità che unisce minimo e massimo (attraverso una regressione lineare di tutti i dati). I dati delle regioni tra il minimo e il massimo, attraverso questa funzione, vengono così redistribuiti in una scala da 0 a 1.
Per operare un rapido confronto dei vari territori con la media nazionale è stato posto per ogni indicatore il valore Italia pari a 100 e sono stati riproporzionati tutti quelli delle altre regioni.

Scritto da:
Marianna Tramontano
Categorie:
Scrivi un commento

Scrivi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>