Obiettivo smart city

Riflettori puntati sulle smart city: sarà di 700 milioni di euro il prossimo stanziamento per le regioni del centro-nord nell’ambito delle misure del piano di Agenda Digitale, 260 milioni di euro già previsti nel Mezzogiorno. Ad annunciarlo è stato il ministro dell’Istruzione, Francesco Profumo.

“È probabilmente l’aspetto più originale della forma assunta dall’agenda digitale italiana”, commenta Luca De Biase su Nòva di domenica 26 febbraio, “si tratta di un filone, piuttosto liberamente interpretabile, di innovazioni possibili che vanno dalla riorganizzazione delle città e dei territori al miglioramento dell’efficienza nella gestione dei beni comuni della conoscenza, dell’inclusione sociale all’alfabetizzazione funzionale e tecnologica”.
Quello delle smart communities è un settore in fermento e finora sono emersi spazi online dove i cittadini inviano segnalazioni sul degrado eppure i percorsi aperti sono altri.

Piattaforme incrociate

Piattaforme incrociate

 

Alcuni hanno aperto la strada con progetti di “consumo collaborativo”. Bicincittà è una rete per il bikesharing, diffusa soprattutto al Nord: ha attivato un modello di partnership con i Comuni che consente il noleggio di biciclette arrivando nelle province che non possono avviare programmi cittadini, come invece è avvenuto a Milano con BikeMi o a Roma con Roma ‘n Bike.

Alla sanità nazionale guarda Pazienti.org: si tratta di uno spazio online dove i cittadini possono valutare le strutture sanitarie e scambiarsi consigli in una community orizzontale.

Per la formazione un punto di riferimento è, invece, Wikibooks: oltre ai manuali, riunisce libri in pubblico dominio, come i classici della letteratura.

Ha una lunga storia Openpolis: abilita la collaborazione per raccogliere le informazioni sulla politica e la pubblica amministrazione. Nei suoi archivi racchiude anche i discorsi in parlamento. È un tesoro di dati accessibile per la consultazione che ha incentivato l’analisi statistica sull’attività di Camera e Senato.

Da Nòva de Il Sole 24 Ore del 26 Febbraio di pag. 50
Condivisione ad alto tasso digitale

Documenti

 
Commento (1) Trackback Permalink | 27.02.2012
Scritto da:
Marianna Tramontano
Categorie:

Una risposta a Obiettivo smart city

 
Commenti
 
  1. Pingback: American Psycho: Patrick Bateman passeggia nella smart community | IL CORPO | Diario Paranoico Critico

Scrivi un commento

Scrivi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>