Il non profit tra app, social media e CRM

Da Emergency al Banco Alimentare, le onlus traggono benefici dall’Ict. Voip, social media, piattaforme open source e cloud computing sono oggi più accessibili e consentono un contenimento dei costi facilitando le missioni delle non profit e la raccolta fondi.

L’Ict e i nuovi strumenti nati con il web 2.0 vengono sempre associati alle realtà aziendali e del marketing. Non stupisce il fatto che le aziende oggi utilizzano sempre più software open source e i social network per aumentare la propria visibilità per l’accessibilità e l’alto contenimento dei costi che consentono queste piattaforme. Eppure anche le Onlus stanno facendo di tutto per trarre beneficio dalle nuove tecnologie. E così un sistema CRM (Customer relationship management) diventa un DRM ( Donor Relationship management), per gestire la relazione con un donatore.

Le nuove tecnologie per il non profit

Le nuove tecnologie per il non profit

Il non profit tra app e social media

Emergency ci offre un ottimo esempio di raccolta fondi con l’utilizzo di CRM. Alberto Almagiorni, responsabile It dell’associazione umanitaria fondata da Gino Strada, spiega: “solitamente i Crm sono pensati per la relazione azienda cliente e non prevedono ovviamente un rapporto con il donatore, che passi attraverso la modalità di pagamento con il bollettino postale”. Grazie alla collaborazione di una piccola softwarehouse di Bologna MyDonor, Emergency ha implementato un piccolo gestionale che consente di avere spedizioni codificate e tracciate attraverso il bollettino.

Banco Alimentare ha quasi 70mila tonnellate di merce da gestire. 9.600 tonnellate nella sola giornata della Colletta Alimentare, raccolti tra 9mila punti vendita. Marco Lucchini, direttore della onlus, ha sottolineato l’esigenza di avere maggiore trasparenza e tracciabilità e così è stato deciso di lanciare una gara alla ricerca di un partner Ict. Ora grazie all’accordo commerciale (800mila euro di investimento) con Sidi, Banco Alimentare ha un sistema informativo Sap per logistica e Crm, che sarà esteso anche all’amministrazione.

Pensando a tutto il mondo della formazione, Cisco Systems contribuisce alla formazione di sistemisti di rete all’interno del carcere di Bollate con un doppio vantaggio: da un lato, formano profili professionali carenti sul mercato e dall’altro che nessuno degli 80 detenuti che hanno completato il primo livello di formazione Cisco è rientrato in carcere per aver commesso nuovi reati.

Per chi vuole sostenere le Ong c’è l’app YouGive. Promossa dalla Startup italiana Yo Yo, You Give permette di seguire le 12 ong e le loro campagne, scegliendole per geolocalizzazione o per categoria/causa, decidere di inserirle tra i preferiti e sostenerle.

Tra i social network risulta particolarmente attivo Shinynote, social network fondato su basi etiche e che abbraccia varie aree tematiche, dall’ambiente alla salute passando per i diritti dell’infanzia.

Da Nòva de Il Sole 24 Ore di domenica 15 aprile pag. 46
Le tecnologie moltiplicano il fattore social

Documenti

Scritto da:
Marianna Tramontano
Categorie:
Scrivi un commento

Scrivi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>