L’Europa divisa in due

Da un lato Austria, Belgio, Francia, Finlandia, Germania e Olanda, dall’altro Irlanda, Spagna e Italia. Il grafico mostra i rendimenti dei titoli di Stato a 2 anni ed evidenzia il caso belga: nonostante un debito al 100% del Pil, i titoli di Stato di durata biennale del Belgio pagano rendimenti quasi a zero.

Europa divisa in due: il confronto

Il Belgio ha un debito pubblico di dimensioni quasi italiane: 100,5% del Pil nel 2012. Ha un deficit di bilancio maggiore: 3% contro il 2% italiano stimato per il 2012 dalla Commissione europea. Eppure mentre l’Italia soffoca con i tassi d’interesse sul debito pubblico troppo elevati, i titoli di Stato di durata biennale del Belgio pagano rendimenti quasi a zero. I Btp biennali italiani devono offrire il 4,67% per convincere qualcuno a comprarli.

L'Europa divisa in due

L'Europa divisa in due

Perché il Belgio viene premiato

Una delle motivazioni che Morya Longo, giornalista de Il Sole 24 Ore, riporta nell’articolo “Belgio e Irlanda: tanto debito, tassi bassi” è l’incertezza. “l’Europa è incapace di decidere e nell’eventualità che dall’euro si torni alle valute nazionali, molti investitori preferiscono mettere i capitali su Paesi solidi come la Germania o la Finlandia che un giorno potrebbero avere valute più forti”.

Il miracolo irlandese

L’incertezza degli investitori spiega solo in parte il caso del Belgio -l’altra motivazione è la bilancia tra investimenti finanziari e gli investimenti esteri che risulta positiva (nello specifico, l’afflusso di capitali verso il Belgio supera il deflusso) – ma non è il solo caso degno di nota. Anche Dublino è stata premiata dai mercati. Nel luglio 2011, l’Irlanda era costretta a pagare sul mercato per i suo titoli di Stato rendimenti del 14,8%. Ora risultano scesi al 5,9%. Eppure l’Irlanda è stato il secondo Paese europeo a necessitare di aiuti internazionali con un deficit di bilancio dell’8,6% (quattro volte più di quello italiano) e un debito pubblico pari al 116% del Pil.

Da Il Sole 24 Ore di Martedì 24 Luglio 2012
Belgio e Irlanda: tanto debito, tassi bassi

Documenti

Scritto da:
Marianna Tramontano
Categorie:
TAG:
Scrivi un commento

Scrivi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>